Recensione Bosch Stagione 3

Recensione di:Recensione Bosch Stagione 3

Recensito da:
Valutazione:
4
Sopra13 aprile 2017Ultima modifica:13 aprile 2017

Sommario:

Il ritmo e la trama di Bosch possono trascinare a volte, ma nella sua terza stagione lo spettacolo rimane una delle migliori serie poliziesche in corso.

Rassegna della stagione 3 di Bosch



Cinque episodi sono stati forniti prima della trasmissione.



Ci sono due domande che uno spettatore potrebbe porre durante la terza stagione di Bosch . Il primo è cosa Bosch offre che altri programmi televisivi sugli investigatori della omicidi non lo fanno, e il secondo è quello di una terza stagione Bosch offerte che le prime due stagioni non hanno fatto.

era Brad Pitt in Deadpool 2

La prima di queste risposte arriva facilmente: Bosch offre una delle narrazioni procedurali poliziesche più pazienti, intelligenti e intriganti in televisione, evitando i cliffhanger e le risposte facili mentre abbraccia il ritmo lento, lo sviluppo del personaggio e l'escalation della tensione. Harry Bosch (Titus Welliver) è un personaggio avvincente, un padre tutt'altro che perfetto inseguito dai demoni della sua infanzia. La regia, la recitazione e la sceneggiatura attirano l'attenzione e meritano valutazioni elevate. Anche la cinematografia merita un plauso. A differenza di molti altri spettacoli misteriosi, pensa Foyle's War o Sherlock - Bosch non si disgrega quando arriva il momento di una sparatoria o di un inseguimento in macchina. Le scene d'azione sono magistrali e spesso arrivano proprio al momento giusto.



La domanda successiva è un po 'più difficile: cosa fa una terza stagione Bosch darci che non avevamo già? È qui che giriamo in punta di piedi in un territorio familiare a chiunque abbia visto la narrativa di un poliziotto stancarsi: Harry Bosch ha offuscato troppe linee etiche e questo lo ha portato a essere incastrato per omicidio. Naturalmente, non è altro che il suo partner Edgar (Jamie Hector) che lo indaga.

Sfortunatamente, la trama è troppo impegnativa, poiché abbiamo una quantità piuttosto bizzarra di trame di cui tenere traccia. I primi episodi ci mostrano il processo di Veronica Allen (Jeri Ryan, di ritorno dalla stagione 2), la relazione di Harry con sua figlia Maddie (Madison Lintz), la nuova relazione di Harry con l'ennesima DDA, Anita Benitz (Paola Turbay), il personale vita e carriera di Irvin Irving (Lance Reddick), la vita personale e la carriera di Grace Billets (Amy Aquino) e almeno quattro indagini per omicidio, tra cui un regista che probabilmente ha ucciso un'attrice, un veterano senzatetto ucciso in un camper, un un uomo che commette atti di violenza casuali con una bicicletta e una pistola e un sospetto assassino di prostitute il cui omicidio è quello per cui Bosch è accusato.

Un altro elemento strano di questa stagione è la quantità di mistero rivelato al pubblico. Conosciamo l'identità del Korea Town Killer (l'uomo che spara e rapina in bicicletta) e sappiamo che dietro almeno uno degli omicidi c'è una sinistra compagnia militare privata in stile Blackwater. Mentre le prime due stagioni hanno anche passato del tempo a seguire gli antagonisti (Jason Gedrick nei panni di Raynard Waits nella prima stagione Brent Sexton nei panni di Carl Nash nella seconda stagione), la terza uscita non tiene le sue carte vicino al petto per quanto riguarda i pezzi principali del mistero. Questo può essere deludente, poiché siamo a conoscenza di importanti informazioni, inclusi gli autori di alcuni omicidi, che Bosch ed Edgar non sono. Le scene dell'interrogatorio e delle indagini sono ancora tese, ma c'è qualcosa da dire sul fatto che il pubblico non sia un passo avanti rispetto al detective.



che interpreta Zeus in Percy Jackson

Questa non è sempre una debolezza, almeno non dopo i primi cinque episodi. Avere più informazioni di Bosch potrebbe essere solo un segno di quanto sia coinvolta e stratificata questa stagione. Ci impedisce anche di affrontare rivelazioni frustranti che abbiamo visto prima nei prossimi episodi. Se sappiamo già che i ragazzi di Blackwater sono malvagi, non dobbiamo aspettare quell'ovvia svolta.

C'è un momento molto significativo, alcuni episodi in cui Bosch e il suo contatto dell'FBI, Luke Rykov, (Matthew Lillard) hanno uno dei loro incontri sul molo di Santa Monica. Rykov dice a Bosch che è geloso: invidio la chiarezza della tua missione, Bosch. Qualcuno è morto e qualcuno l'ha fatto.

Ovviamente Bosch deve scuotere la testa e non essere d'accordo. Non è mai così chiaro o semplice.

Ma se si pensa che la linea di Lillard sulla chiarezza della missione è il momento più autoreferenziale in Bosch eppure, provalo per dimensioni: nell'indagine di Edgar sulla possibilità che Bosch sia un assassino, inciampa nella frase latina Cave Cave Deus Videt. Apprendiamo che questa iscrizione significa Attenti, Attenti, Dio vede, e che proviene da un dipinto del XVI secolo di un pittore olandese di nome… Hieronymous Bosch. Non rivelerò tutti gli altri dettagli, ma basti dire che la terza stagione di Bosch sta ora vagando in un territorio oscuro che sembra più Vero detective di NCIS , E questa è una buona cosa.

ci sarà un altro incubo su Elm Street

Sfortunatamente, non tutti i momenti di questa stagione sono così fortunati. Certo, la pazienza e il ritmo lento lavorano, ma abbiamo davvero bisogno di vedere Irving chiedere a una donna un appuntamento per la prima volta in trent'anni? Ci sono spettatori che si sintonizzano per altre scene della vita personale del tenente Billets? Non che quei momenti non siano ben eseguiti, ma è difficile capire qual è il loro scopo. Bosch non pretende di essere uno spettacolo che sviscera il sistema rotto della polizia di Los Angeles come Il cavo fatto per Baltimora, quindi perché si lascia cadere nelle tane di coniglio? E certo, potrei divertirmi a vedere più lavori del cast di Il cavo , ma questo non significa che dovrei ricordare a me stesso che queste scene ridondanti non sono momenti di uno spinoff incentrato sul tenente Daniels su una nuova costa.

E come nota a margine finale, il cast di supporto è eccellente e, come nelle stagioni precedenti, familiare. Qualsiasi fan dei drammi di prestigio sarà lieto di vedere volti come Allen Havey (Lou Avery in Uomini pazzi ), Paul Calderdon (Archimede in Boardwalk Empire ) e Eric Laden (J. Edgar Hoover in Boardwalk Empire e William Hofstadt in Uomo uomini ).

snowpiercer è il sequel di Willy Wonka e della fabbrica di cioccolato

Se sei un fan delle prime due stagioni di Bosch e stai discutendo se guardarne un terzo, quindi non ci sono dubbi: questa è un'altra uscita utile e divertente. Lo spettacolo non ha perso la sua base o è andato troppo lontano in un nuovo territorio. E senza nuove stagioni di Luther o Vero detective e nessuna novità Sherlock o Foyle's War o Il cavo , potrebbe essere solo la migliore serie in corso sugli investigatori della omicidi che puoi guardare oggi.

Recensione Bosch Stagione 3
grande

Il ritmo e la trama di Bosch possono trascinare a volte, ma nella sua terza stagione lo spettacolo rimane una delle migliori serie poliziesche in corso.