Recensione del cadavere di Anna Fritz [SXSW 2015]

Recensione di:Recensione del cadavere di Anna Fritz [SXSW 2015]
Film:
Matt Donato

Recensito da:
Valutazione:
3
Sopra25 marzo 2015Ultima modifica:31 gennaio 2016

Sommario:

Il cadavere di Anna Fritz è un thriller moralmente ripugnante che mette sotto i riflettori oscuri la nostra cultura ossessionata dalle celebrità, ma il tabù del film non oscura il conflitto in gioco.

Più dettagli cadavere-anna-fritz-fb2



* * * SI PREGA DI NOTARE CHE QUESTA RECENSIONE CONTIENE SPOILER IN TUTTO * * *



Le persone spesso si rivolgono ai film quando è necessaria una vera fuga dalla realtà, ma a volte veniamo portati in un posto che è tutt'altro che un rifugio sicuro. Il cadavere di Anna Fritz è uno di questi film che preferirebbe stimolare il nostro trucco morale piuttosto che offrire una fantasia allegra, ma senza esplorare l'oscurità, potremmo non incappare mai in storie rivelatrici che richiedono un po 'più di ricerca per trovare.

Ora, per essere onesti, non mi riferisco alle dichiarazioni del regista Hèctor Hernández Vicens e del co-scrittore Isaac P. Creus sulla necrofilia: quelle sono acque da non attraversare mai. Sono più interessato al dilemma che si presenta dopo che un obitorio è stato trasformato in un parco giochi sessuale, che, pur suonando malaticamente inquietante, offre un'orribile ammissione di colpe causate solo da condanne di colpevolezza.



Il film di Vicens segue tre amici che iniziano il pre-gioco per le attività notturne con una famosa celebrità di nome Anna Fritz (Alba Ribas), ma c'è un problema: Fritz è morto. Pau (Albert Carbó) lavora come inserviente ospedaliero, il che suona come una seccatura, quindi i suoi amici Ivan (Cristian Valencia) e Javi (Bernat Saumell) intervengono per risollevarlo. Ma perché le file di coca cola e gli spari quando tutto il divertimento di cui hai bisogno è nascosto nell'obitorio dell'ospedale, coperto da un lenzuolo bianco? Tutti vogliono vedere il cadavere di Anna Fritz, ma questi fortunati bastardi ne hanno l'opportunità, un'opportunità che si trasformano nel sogno erotico di un necrofilo. Non vorresti essere l'ultimo uomo a letto Anna Fritz?

Come previsto, Il cadavere di Anna Fritz non termina una volta somministrata l'ultima iniezione di carne umana. Mentre Pau sta spingendo via il presunto cadavere senza vita, Anna apre gli occhi e cattura gli uomini con i pantaloni abbassati (beh, almeno uno di loro). Quello che inizia come un atto di necrofilia che fa rivoltare lo stomaco si trasforma in un vero e proprio caso di stupro non appena Anna riprende conoscenza, e le domande che già turbinano nella nostra mente formano un tornado morale di proporzioni ripugnanti. È qui che la storia di Creus si evolve in un thriller di rapimenti di suspense su tre amici ora di fronte a una scelta criminale: salvare la ragazza che può identificare due di loro come stupratori cadaveri, o mettere a tacere Anna Fritz per sempre.

Fare acquisti nell'assurdità a portata di mano dipenderà dalla tua capacità di non mettere mai in dubbio il motivo per cui Anna Fritz si risveglia. Apprendiamo da una voce fuori campo introduttiva che Anna è stata trovata in bagno durante una sorta di festa, ma la sua miracolosa resurrezione non trova mai ragione. Se desideri analizzare la logica medica dietro al ritorno in vita di Anna (e non come un mostro o uno zombi), ci sono ottime possibilità che tu rovini Il cadavere di Anna Fritz prima di aprire la tua mente al mistero che si svela. Ti suggerisco di combattere questo bisogno, perché il primo lungometraggio di Vicens sicuramente non funziona come tale.



ALTRE NOTIZIE DAL WEB

Il film stesso è orribilmente inquietante nella sua pratica, ma gli orrori claustrofobici che infestano ogni scena scavano inesorabilmente in profondità nella psiche di tutte le persone coinvolte. Javi non prende mai parte ai festeggiamenti, quindi le sue uniche intenzioni riguardano la liberazione di Anna Fritz. Questo strofina Ivan nel modo sbagliato, perché è una sua idea mantenere Anna Fritz morta, proprio come l'intera popolazione già suppone. Pau mostra un'evidente esitazione a seguire la folle interpretazione di Ivan sulle cose, ma si copre anche del pensiero che i suoi genitori vengano a sapere cosa ha fatto. Le loro teste si scontrano, i pugni vengono lanciati e la proverbiale pentola trabocca quando si trovano rinchiusi all'interno dell'obitorio con un solo metodo di fuga contorto.

L'orrore non proviene da pavimenti insanguinati e esplosioni violente, ma piuttosto dagli istinti primordiali di protezione dell'uomo e, cosa più importante, dallo stato di paralisi di Anna. Il sottotesto scorre con l'ossessione della celebrità della società, tradotta in una decisione esasperante di violare il corpo senza vita di una giovane donna, ma la paura violenta catturata negli occhi di Anna colpisce immediatamente gli spettatori attraverso il suo sguardo freddo e impotente. Il selvaggio disprezzo per l'umanità in quell'unico avvincente secondo instilla qualcosa di così crudo, così sconvolgente, e questo è davvero grazie alle prestazioni limitate di Ribas. In questo periodo recita il suo omaggio alla sposa di Uma Thurman Uccidi Bill , che ricorda la resurrezione del letto d'ospedale del personaggio, tranne per il fatto che Ribas trascorre la maggior parte del tempo Il cadavere di Anna Fritz senza molte delle capacità motorie che renderebbero facile la fuga. La posta in gioco è aumentata, eppure Anna deve combattere contro avversità insormontabili senza l'aiuto della forza fisica, solo il suo linguaggio manipolativo.

Detto questo, Il cadavere di Anna Fritz non è un thriller perfetto, ma è una corsa dal ritmo appropriato che non evita i confini divisivi. C'è una natura disgustosa e peccaminosa nella storia di Creus, ma i momenti di necrofilia non vengono mai sfruttati in modo grottesco in modo deviante. Traduzione: non siamo costretti a spegnere il film di Vicens immediatamente in caso di gobba (questo non lo è Un film serbo ). Un po 'di fede si perde nella mancanza di spiegazioni, data la capacità di Anna di svegliarsi in un obitorio dopo essere stata dichiarata morta come un chiodo, ma ignorare questo fatto rende un'esperienza emozionante. Bene, più precisamente, un'esperienza ABBASTANZA emozionante.

Recensione del cadavere di Anna Fritz [SXSW 2015]
Giusto

Il cadavere di Anna Fritz è un thriller moralmente ripugnante che mette sotto i riflettori oscuri la nostra cultura ossessionata dalle celebrità, ma il tabù del film non oscura il conflitto in gioco.