Tavola rotonda Intervista ad Antonio Banderas sulla pelle in cui vivo

Antonio Banderas recita nel controverso nuovo film La pelle in cui vivo . Diretto da Pedro Almodovar , il film affronta questioni come la vendetta, l'amore e la sopravvivenza. Banderas interpreta un brillante chirurgo plastico che deve conciliare il suo senso di vendetta con le manie di grandezza.



Durante il fine settimana, si è preso un momento per parlarci della sfida del ruolo, della sua impressionante carriera e di come ha sviluppato un personaggio così complesso per il film.



Dai un'occhiata qui sotto.

Domanda : Sei consapevole del fatto che la prossima settimana gareggerai con Stivali del gatto con gli stivali ?



Antonio Banderas : Questa è la storia della mia vita (risate). È una specie di metafora ora di quello che è stata la mia carriera, avere due prodotti così molto, molto diversi. Penso che il film serva a molti scopi diversi. Dalle commedie più leggere e frivole ai film che riflettono maggiormente sulla condizione umana, lo spirito umano e tutto ciò che sta nel mezzo.

Se sono fatti con onestà e dignità, sono tutti legittimi. Non posso chiedere a un ragazzo che ha lavorato come meccanico per tutta la settimana di andare a vedere un film del genere 8 e mezzo o un film come questo. Forse quello di cui ha bisogno è uscire con la sua ragazza, prendere un grande secchio di popcorn e godersi un film che lo farà ridere e tornare a casa con un grande sorriso sul viso. Poi, ci sono altre persone che amano andare al cinema e guardare qualcosa che è come questo film che stiamo presentando.

Domanda : Allora, quale film sceglieresti se dovessi scegliere l'uno o l'altro?



Antonio Banderas : Vorrei prima andare a La pelle in cui vivo e poi per disintossicarmi, andrei a vedere Stivali del gatto con gli stivali . Questo sarebbe l'ordine (ride).

Domanda : Sei riuscito a dividere la tua carriera in commerciale e critica. Sembra che Pedro (Almodovar) non sia stato in grado di farlo. Ti ha mai detto che non dovresti fare film come Stivali del gatto con gli stivali ?

Antonio Banderas : Pedro, gli piacerebbe che restassi in Spagna e recitassi solo nei suoi film (Risate). Perché è mio amico, sa che devo volare e fare cose diverse. Il resto della domanda è interessante, perché fondamentalmente ha a che fare con la creazione di un personaggio con lui. Quello che non gli piace è che arrivi alle prove e metti una borsa sul tavolo piena di tutte le esperienze che hai accumulato in altri film con le persone.

Prende quella borsa, apre una finestra e la butta fuori. Dirà che inizieremo da zero. Inizieremo dall'inizio. È così che lavoravamo negli anni '80, Antonio. Ed è così che lo faremo ora. E se pensi che ti abbia chiamato perché voglio che tu faccia qualcosa che hai fatto negli anni '80 come Legami! Legami! o qualcosa del genere, allora ti sbagli. Voglio che tu faccia qualcosa di diverso.

Domanda : Qual è stata la parte più difficile nel creare un personaggio così complesso per questo film?

Antonio Banderas : La parte più difficile è stata capire cosa volevamo fare e dove volevamo portare il personaggio. Pedro ha proposto di mantenere il personaggio molto contenuto, molto rilassato, quasi come un grande schermo in cui il pubblico può scrivere qualunque fosse il loro orrore. Quindi non hai i parametri dei personaggi. Non puoi misurarlo. Questo lo rende molto illeggibile.

L'altro motivo era direttamente collegato alla personalità del personaggio e alla sua psicologia. Questo tipo di personaggio che abbiamo visto nelle notizie, in particolare i serial killer, quando vengono catturati e messi in prigione. Le persone intervistate, i vicini di solito le descrivono come persone meravigliose, ragazzi affascinanti, ben vestiti, ben educati, andavano in chiesa la domenica. Ma hanno cinque ragazzi mutilati in frigo. Quindi, ha detto che dobbiamo farlo, perché il ragazzo si fonde perfettamente nella società. C'è una specie di ipocrisia lì. Non è come sembri. È quello che sei. Non solo per le persone che hai intorno, ma per le persone che potresti avere dentro di te.

Domanda : Hai quel tipo di passione con il tuo lavoro, con i tuoi film?

quando uscirà il trailer di avengers 4

Antonio Banderas : Sì, ho quella passione con il mio lavoro. Ho diretto due film e la regia ti fa pensare molto sotto molti aspetti diversi. Pedro ha detto che dirigere film è come diventare un dio. Perché? Perché crei un universo e stabilisci le regole e i codici che seguirai. Pedro ha infranto le regole del cinema da quando ha iniziato a lavorare e la reazione della gente è sempre molto radicale.

Amano il film e vogliono metterlo su un altare o vogliono crocifiggerlo. Hai bisogno di tempo per metabolizzare la sua lingua. Hai bisogno di tempo per digerire e mettere insieme ciò che ti ha lanciato. Una delle reazioni che molte persone hanno avuto in Europa, che è aperto lì da quasi due mesi, è che il film viaggia con loro per due o tre giorni. Ti fa riflettere molto.

Questo non accade con i film tradizionali. Ti godi le due ore, ma cinque minuti dopo essere uscito dal teatro, non c'è più. Vola via dalla tua mente. Ma non questo tipo di film. Ti attacca in un modo che è molto inquietante. Non solo per la questione di cui sta parlando, ma anche per il modo in cui racconta la storia.

Domanda : Pedro ha fatto thriller, ma questo è quanto di più vicino abbia fatto all'horror. Ne hai discusso con lui?

Antonio Banderas : Il personaggio in Legami! Legami! è stata una vittima sin dal primo giorno. In realtà, ci sono due personaggi emarginati: quello che ho rapito e il rapitore e c'è un momento nel film in cui si riconoscono completamente e possono andare insieme. Hanno un futuro insieme.

In questo caso non c'era futuro, ovviamente perché è un gioco con identità e identità che cambia e l'altra persona non lo accetta. Uno dei problemi è la sopravvivenza. Parliamo di film horror, ma Pedro è un genere. Cattura e fa riferimento a molti altri registi, molti altri generi, molti altri stili, ma alla fine crea il suo. Non ha mai voluto fare un film con fischi dietro gli angoli o qualcosa del genere. L'orrore è qualcosa di più inquietante e più inconscio.

Domanda : Come reagisce tua moglie, Melanie, quando ti vede nelle scene d'amore?

Antonio Banderas : Lei sa che è solo una bugia, perché sa che è così che giriamo i film. Sa che abbiamo 150 persone in giro. Cosa ci faccio lì? Oltre a essere ritoccato dai truccatori ogni cinque secondi.

Con questo si conclude la nostra intervista, ma vorremmo ringraziare molto Antonio per aver parlato con noi. Assicurati di controllare La pelle in cui vivo , ora nelle sale.