Perché Azula ha fiamme blu in Avatar: The Last Airbender

Le fiamme blu della principessa Azula della Nazione del Fuoco hanno un significato speciale nel mondo di Avatar: l'ultimo dominatore dell'aria perché sono uno dei pochi tipi di flessione che Aang e le sue varie reincarnazioni non possono imitare. Come la flessione telepatica del fuoco di Sparky Sparky Sparky Boom Man, l'abilità fluttuante di Zaheer e (La leggenda di Korra nonostante) il potere di piegare il metallo di Toph, le braci di Azula non sono solo un marchio della sua personalità esplosiva, ma una testimonianza del suo talento davvero intimidatorio come frullatore.

Ma perché, esattamente, lei sola è in grado di produrre questo colore unico di fiamma? Bene, per rispondere a questa domanda, è meglio fare un passo indietro e chiedere che tipo di persona è Azula in generale. Presentata per la prima volta verso la fine della prima stagione come la sorella minore di Zuko, si è rapidamente affermata come uno dei nemici più letali e terribilmente persistenti che il Team Avatar abbia mai affrontato.



Azula ha ottenuto quella reputazione grazie a un potente mix del suo carattere freddo e delle sue spietate abilità di combattimento, due qualità che risultano essere strettamente correlate. Nata con un'oscena quantità di talento naturale, Azula è cresciuta riuscendo a raggiungere qualsiasi obiettivo si fosse prefissata con la semplice minaccia della forza. Questa forza innata, combinata con quella arbitraria che ha ricevuto in virtù dell'essere figlia di un dittatore, l'ha portata a credere di essere il centro dell'universo.



Avatar L'ultimo dominatore dell'aria

E questo è davvero tutto quello che c'è da fare quando si tratta di capire Azula. Sebbene i fan abbiano considerato diverse teorie sul motivo per cui la temuta principessa Fire Nation è l'unica in grado di evocare il fuoco blu, sono alquanto ambigui e privi di fondamento. In verità, i creatori non offrono mai una spiegazione per l'abilità di Azula, e lo hanno fatto per rimanere fedeli al suo personaggio.



Mentre la vita interiore di Azula è stata esplorata alla fine della serie, le stagioni iniziali di Avatar: l'ultimo dominatore dell'aria la trattava, prima di tutto, come un ostacolo a Zuko, la cui fiducia soffriva per mano della forza insormontabile, apparentemente data da Dio, della sorella minore.

Fonte: ScreenRant